Benvenuti nel Wiki

una Piattaforma al servizio di una comunità interessata a sviluppare uno spazio di discussione virtuale e a divulgare idee e pratiche connesse al tema della


GESTIONE DEI BENI COMUNI
3916789603_361b64c1a6_o.jpg


photo credit: MJI Photos (Mary J. I.) <a href="http://www.flickr.com/photos/31628254@N00/3916789603">Painting the Sun</a> via <a href="http://photopin.com">photopin</a> <a href="https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/">(license)</a>

COME PARTECIPARE

La Commissione INU “Governance e diritti dei cittadini” ha attivato all’interno della Biennale dello Spazio Pubblico un Laboratorio tematico virtuale sulla gestione dei Beni Comuni.

Questo spazio di discussione virtuale, su multi-piattaforma wikispaziopubblico, è aperto a tutti i contributi sul tema, provenienti sia da esperti sia da city makers che ne approfondiranno contenuti e problematiche a partire da “Buone pratiche”, approcci e metodologie.


I partecipanti al Laboratorio tematico virtuale sono invitati a interagire con lo spazio wiki in diversi modi:


- avviando o partecipando a discussioni nella pagina Forum;

- condividendo esperienze già attive o in fase di progetto di cui i partecipanti siano titolari e/o inviando contributi o riflessioni teoriche sul tema;

- segnalando nella pagina Eventi le proprie attività e eventi relativi al tema dei Beni Comuni da qui alla Bisp 2017.


Coloro che siano interessati a partecipare al Laboratorio tematico virtuale possono scrivere a: wikibenicomuni@gmail.com specificando il proprio nome e cognome, ente di appartenenza e/o professione, correlate con una breve spiegazione del perché sono interessati a partecipare al Laboratorio.

Riceveranno una mail di invito dalla wiki per diventare Membri e gli allegati da compilare per contribuire con esperienze e/o riflessioni.


OBIETTIVI DEL LABORATORIO

Negli ultimi anni in Italia, più che altrove in Europa, si moltiplicano le esperienze di collaborazione e attivazione della cittadinanza nei processi di costruzione di spazio pubblico. Si stanno infatti sempre più diffondendo iniziative di cittadini e “city makers” che quotidianamente progettano/producono nuovo spazio pubblico attraverso iniziative di riuso di beni comuni e innovazione sociale. Associazioni ed enti pubblici hanno attivato reti e stanno sperimentando nuovi strumenti, come patti di collaborazione, regolamenti innovativi, forum, osservatori, laboratori partecipativi, mappature collaborative, ecc.

Università, fondazioni e centri di ricerca promuovono corsi e bandi per studiare, sostenere e consolidare queste nuove forme di governance.

L'eterogeneità delle esperienze ci spinge ad indagare e a tentare di comprendere chi siano gli attori, la posta in gioco, i risultati tra output e outcome e l'impatto sui regimi urbani e di produzione economica.

Inoltre negli ultimi anni abbiamo assistito ad una transizione della partecipazione da ambiti pianificatori, sia consultivi che più raramente decisionali, ad ambiti di gestione. E’ pertanto utile indagare il senso di questo cambiamento, se esso ne rappresenti un'evoluzione e un accrescimento oppure una deriva verso un utilizzo funzionale e strumentale della partecipazione civica, a “compensazione” della diminuzione delle risorse a disposizione della P.A. ed alla conseguente diminuzione del welfare urbano.

E' giunto insomma il momento di interrogarsi sul potenziale trasformativo di tali pratiche soprattutto riguardo alla democratizzazione, alle trasformazioni istituzionali che implicano o stimolano e sull'impatto sulla disuguaglianza sociale.

La pluralità delle pratiche che assume forme diverse in base al contesto sociale e geografico, merita di essere approfondita mediante un “viaggio” a tappe (reale e virtuale) che si concluderà a Roma nei giorni della Bisp2017 (25-27 Maggio).


Il Forum accompagnerà tutto il percorso della Bisp 2017, mettendo in rete gli esiti delle diverse tappe del “viaggio reale” e i link alle iniziative dei Comuni e delle associazioni che via via saranno coinvolte nel “viaggio virtuale”. In collaborazione con le associazioni e gli enti partner, saranno promosse anche Call per raccogliere contributi e esperienze dei soggetti coinvolti.


DEFINIZIONI:Beni Comuni ( Wikipedia )

beni-comuni.gif

Salva